Ricerca clinica su bambini e giovani affetti da GIST

Importante passo avanti nella ricerca sui bambini e giovani adulti colpiti da GIST: efficacia e tollerabilità di Sunitinib (Sutent) nei pazienti da 6 a 21 anni.

Questo studio, il primo del genere su questo tipo di giovani pazienti, è partito negli USA presso due centri all’avanguardia nel trattamento dei tumori infantili (Dana-Farber Cancer Institute e Children's Hospital di Boston) ed ora, dal 31 ottobre 2012, è aperto anche in Italia:

Milano                                                                                    Padova

Fondazione IRCCS Istituto Nazionale Tumori                   Clinica di Oncoematologia Pediatrica

Oncologia pediatrica                                                     Dipartimento di Pediatria

Via G. Venezian 1, - Milano                                             Via Giustiniani, 3 - Padova

Responsabile: Dr. Andrea Ferrari                                 Responsabile: Dr. Gianni Bisogno

E-mail: andrea.ferrari@istitutotumori.mi.it              	        E-mail: gianni.bisogno@unipd.it
                                                                            



Anche i bambini e i giovani si ammalano di tumore e necessitano di cure efficaci e promettenti, ma esiste un problema ancora irrisolto: la maggior parte dei farmaci, non soltanto oncologici, non è registrata per uso pediatrico. Gli addetti ai lavori e i medici sono costretti a utilizzare i farmaci in uso per gli adulti adattando le dosi, ma un bambino non è un “adulto in dimensioni ridotte”: ha caratteristiche metaboliche e di farmacocinetica (il processo di assorbimento di un farmaco da parte dell’organismo) particolari, per cui non si può semplicemente applicare in scala ridotta la quantità di medicinale che serve ad un adulto. 

Da sempre, la cura dei tumori pediatrici si scontra con le difficoltà legate anche alle altre malattie considerate rare: il basso numero di bambini con determinate neoplasie rende difficile il lavoro dei ricercatori, che hanno invece bisogno di più casi possibili da osservare. Una soluzione è offerta dagli studi che coinvolgono più centri, che sono però particolarmente complessi da organizzare perché pazienti e ricercatori interagiscono a grande distanza.

A questi problemi sta lavorando da tempo il progetto TREP, Tumori Rari in Età Pediatrica, impegnato a creare un network sul territorio nazionale, per il coordinamento della ricerca

 

sito http://www.trepproject.org/pages.php

  

e oggi si sta occupando di dare vita a questo importantissimo lavoro sulla cura dei GIST in età giovanile, offrendo la possibilità di partecipare allo studio a tutti i piccoli e giovani ammalati di Tumore Stromale Gastrointestinale nel nostro paese.

 

Ascoltiamo i responsabili del progetto TREP e dello studio Sunitinib in questo video: 

www.youtube.com/watch?v=qWHLDOwGcVI

 

Bambini e adolescenti possono essere colpiti da tumori così infrequenti in questa fascia di età da mettere spesso in grossa difficoltà oncologi e chirurghi pediatri che devono prestare loro le cure adeguate. Si tratta di un gruppo assai eterogeneo di neoplasie localizzate in sedi molto diverse, con storia biologica e clinica, e conseguentemente approccio terapeutico, parecchio differente tra loro; alcuni sono tumori molto rari di per sé, altri invece sono tumori poco comuni in età pediatrica, ma assai più frequenti nell'adulto, come il melanoma, i tumori del tratto gastroenterico, i carcinomi del rinofaringe e della tiroide. 
I tumori GIST sono biologicamente diversi nel bambino rispetto a quelli nell’adulto e rispondono a farmaci diversi. Bisogna quindi utilizzare strategie terapeutiche diverse.
La rarità di queste neoplasie rende indispensabile -- per ottimizzare le cure - non solo l'approccio multidisciplinare (tipico dell'oncologia pediatrica), ma anche la collaborazione su scala nazionale e internazionale e -- soprattutto - lo stretto interscambio con i colleghi che si occupano delle stesse patologie nell'adulto. 

Nel 2000 è nato nell'ambito dell'AIEOP (Associazione Italiana di Ematologia Oncologia Pediatrica) il Progetto TREP (Tumori Rari dell'Età Pediatrica). 
In questo video INFORMATIVO, i fondatori e coordinatori del Progetto TREP, Andrea Ferrari, dell'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, Gianni Bisogno, dell'Università di Padova, e Giovanni Cecchetto, chirurgo di Padova, forniscono informazioni sui tumori rari del bambino, sulle strategie di ricerca e cura, sul Progetto TREP. Realizzazione di Alessandro Trapuzzano. Collaborazione di Carlo Alfredo Clerici e Laura Veneroni.
Per ulteriori informazioni: 
http://www.trepproject.org -- il sito del Progetto TREP
1) http://www.istitutotumori.mi.it/
 (il sito dell'Istituto Tumori di Milano)
2) 
http://www.aieop.org/?q=node/259 (il sito del gruppo italiano)
3)
 http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/ (il motore di ricerca per articoli scientifici (in inglese)
4) 
http://www.infoadolescentietumori.it (la videoteca della Pediatria Oncologica dell'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano per informare al meglio i ragazzi e le loro famiglie)
5) 
http://www.ilprogettogiovani.it (il Progetto Giovani della Pediatria Oncologica della Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano)

                                                                

Invitiamo le famiglie, i pazienti, i loro medici curanti e coloro che desiderano maggiori informazioni a contattare i due esperti sopra indicati.

Per ulteriori informazioni sui GIST nei bambini e nei giovani adulti: 

Rubrica Cosa dicono gli esperti > I GIST in età pediatrica:

http://www.gistonline.it/Default.aspx?c=610

 

Rubrica Informazioni sui GIST > GIST pediatrici e Triade di Carney:

http://www.gistonline.it/Default.aspx?c=599